Artworks nella musica: Abbey Road

Artworks nella musica va indietro nel tempo, va al 1969, Inghilterra, Abbey Road, The Beatles. Quella di Abbey Road è una copertina delle più celebri e citate della storia della musica. È l’unica copertina di un disco dei Beatles dove non compaiono né il titolo né il nome del gruppo. Si vedono i Beatles intenti ad attraversare un passaggio pedonale di Abbey Road, la via di Londra dove si affacciano gli Abbey Road Studios, nei quali i Beatles incisero per l’intera carriera. Il popolarissimo ritratto fotografico è opera del fotografo Iain McMillan, che verso mezzogiorno dell’8 agosto 1969 immortalò i Beatles che andavano avanti e indietro lungo le strisce pedonali. Delle sei pose scattate la scelta cadde sulla quinta: in primo luogo perché era l’unica in cui i quattro erano ben allineati, e poi perché, considerata la fase della loro carriera, li rappresentava in marcia da sinistra a destra, cioè come se andassero via dagli studi di registrazione della EMI – il cui ingresso si trova sul marciapiede di sinistra.

Nel Regno Unito i morti vengono sepolti scalzi: Diversi elementi in questa foto contribuirono ad alimentare la leggenda della morte di Paul McCartney: Paul, terzo a seguire nella fila, è l’unico scalzo ad attraversare la strada  e fuori passo; in testa al gruppo c’è John Lennon che dovrebbe rappresentare il gran sacerdote, ministro del culto, a seguire Ringo Starr completamente vestito di nero (da impresario delle onoranze funebri) e in ultimo George Harrison vestito tutto in jeans, come un becchino; la targa LMW 281F del maggiolino parcheggiato sulla sinistra indicherebbe l’età di Paul se fosse stato in vita all’epoca dell’uscita del disco; LMW viene interpretato come “Linda McCartney Weeps” (Linda McCartney piange); il fatto che Paul, mancino, tenga una sigaretta nella destra. Sul lato opposto un grosso furgone nero parcheggiato ricorda un “Black Maria”, di quelli utilizzati dalla polizia mortuaria negli incidenti stradali.

I riferimenti a questa celebre copertina in opere di altri artisti sono numerosissimi. The Abbey Road E.P., dei Red Hot Chili Peppers, ha la copertina con i membri del gruppo intenti ad attraversare lo stesso passaggio pedonale e completamente nudi (a eccezione di un singolo calzino per ciascuno, indossato a coprire il pene). Altre parodie si trovano in The Rutles di Eric Idle, e in Shabbey Road di Bob and Tom. Nella sigla iniziale della serie televisiva Grumpy Old Men del 2006, Rick Wakeman, Tim Rice, Rory McGrath e Arthur Smith stanno attraversando le strisce di Abbey Road quando vengono investiti da un automobilista che parla al cellulare mentre guida. Lo stesso McCartney, con riferimento alla leggenda della sua morte, riprese l’immagine nella copertina del suo album dal vivo Paul Is Live e alla fine del video del brano Spies Like Us.

Il passaggio pedonale di quella celebre foto è oggi una vera e propria attrazione turistica, con centinaia di visitatori che ogni giorno, da più di 40 anni, si mettono in posa per una foto ricordo. La targa stradale Abbey Road è la più rubata del Regno Unito.