1990: A – Questo pomeriggio andiamo in biblioteca che copio gli appunti di geometria? B – Certamente, cosi magari mi fai vedere il libro che avevi letto.. / 2016: A – Dopo mandami un whats app con gli appunti di geometria! B – Si, ma tu twittami in quell’articolo che avevi letto, o al massimo linkamelo.. ; Comunicare nel 2016. Differenze: Linguaggio, termini tecnici. Causa: Tecnologia. Soluzione: Nessuna. Diagnosi: I pazienti si evolveranno con la tecnologia, “The show must go on”. Lo show deve andare avanti, come è andato avanti fino ad ora, siamo arrivati ad un punto in cui riusciamo a fare tutto dallo smartphone, incredibile, apro e invio i documenti dal mio telefono, pago e faccio spostamenti bancari dal mio telefono, fotografie, video, registrazioni audio e messaggi. Migliaia di applicazioni che ti permettono di messaggiare con chiunque sulla faccia di questo pianeta, bello no? Ricordo che quando ero più giovane, verso le 3.30 o le 4.00 del pomeriggio andavo a suonare il campanello dei miei amici per chiedere se uscivano. Oppure ci si metteva d’accordo durante l’orario scolastico: “ci troviamo alle 3 al parco”. Altri tempi ovviamente, non voglio fare il nostalgico, anche perchè sono PRO-evoluzione tecnologica, c’è da dire che a quei tempi era più facile. Dovrebbe essere il cotrario, oggi che siamo sommersi dalla tecnologia dovrebbe essere più semplice, facile, ma non è cosi.. è un inferno, si è proprio un inferno; per conoscere una ragazza prima andiamo su facebook a vedere il suo profilo, le sue foto, cosa pubblica, a ruota segue l’ispezione degli altri social.. e quando hai controllato tutto cosa fai? Le scrivi? Certo che no.. deve essere lei a scriverti, proprio perchè TU, hai messo qualche LIKE alle sue foto, come fa a non accorgerne che a te interessa? Hai messo LIKE. Comunicare nel 2016.

Riesci ad ottenere il suo numero di telefono dopo giorni e giorni a messaggiare su Facebook del più e del meno, e da li cambia tutto. Le mandi foto, video, messaggi, magari anche vi innamorate, bella la storia, poca fatica, qualche like ed è tua morosa ora, ma la stessa moneta potrebbe fregarti.. attento a dove lasci i LIKE, che non sono invisibili, attento a cosa scrivi nelle altre conversazioni, di chi parli e con chi parli, sicuro che la persona a cui stai scrivendo sia proprio quella che tu pensi, mi è capitato, e non è andata bene la vicenda. Comunicare nel 2016.

Ma la tecnologia alla fine dei conti pur avendo ridotto le interazioni faccia a faccia tra gli esseri umani, come ho detto prima, ha semplificato moltissime cose. Sembra tutto più veloce e immediato, eppure ci lamentiamo comunque, vogliamo sempre di più. Sappiamo tutti che la tecnologia si evolverà solamente sullo smartphone, è palese, addio computer, riusciremo a lavorare sullo smartphone, da casa sul divano, utopia? Secondo me sarà cosi, nulla di più facile per un mondo che diventa sempre più pigro.

Tirando le somme noi ci evolviamo con la tecnologia, le nostre abitudini non scompariranno, ma si evolveranno, il pollice opponibile lo useremo ancora, non per matita e penna, ma per lavorare, scrivere e fare tutto quello che vorremmo dal cellulare. Sbloccare lo schermo dello smartphone per scrivere a qualcuno non mi dispiace, ma interagire “umanamente” vale di più.

2016 #life

2016 #life