Vettoriale o Raster?

È meglio un immagine raster o un immagine vettoriale?

Per trovare subito una risposta dobbiamo avere chiara la differenza tra immagine vettoriale ed immagine raster.

Le immagini raster sono quelle che otteniamo, per intenderci, quando scattiamo una foto con lo smartphone, è raster perchè la foto è creata da milioni di quadratini chiamati pixel. La quantità di pixel presenti in un’immagine determina la quantità dei dettagli dell’immagine stessa, più pixel ci sono e più l’immagine è definita (e più pesa in termini di mb). Le immagini vettoriali invece sono costituite da punti, linee curve e forme determinate da regole matematiche ed al quale è possibile attribuire anche colori e sfumature. Questi sono creati da appositi software che ne determinano la posizione del punto di intersezione, la locazione, la lunghezza delle linee e delle curve, insomma le crei tu a tuo piacere.

A – Ma come faccio a distinguere un’ immagine raster da un’ immagine vettoriale? B – È semplice: prendete le due immagini ed ingranditele. Qual è il risultato? L’immagine raster risulterà sfocata e avrà un fastidioso effetto pixel ad un certo zoom, che varia come detto prima dalla qualità dell’immagine; l’immagine vettoriale invece risulterà più grande e pulita come la sua immagine più piccola, insomma puoi ingrandire quanto vuoi, e le linee i punti sono sempre uguali, la qualità non varia mai. A livello cromatico per quanto riguarda l’immagine raster, nel momento in cui ingrandiamo l’immagine, il computer non sa calcolare il valore esatto di colore che serve a riempire il gap tra immagine originale ed immagine ingrandita e fa un calcolo approssimativo. Il risultato è l’effetto pixel che rovina l’immagine e da quella sensazione di foto sgranata o sfocata.

IMMAGINI RASTER – PRO & CONTRO 

Grazie ai milioni di pixel presenti nell’immagine un’immagine raster è ricca di tantissimi ed utilissimi dettagli e proprio per questo è possibile fare delle modifiche precise. Se sei un credente della perfezione, il livello di modifica e di personalizzazione disponibile in un’immagine raster è infinito.

Come abbiamo detto prima, se allarghiamo un’immagine raster, creata ad una determinata risoluzione, si sfoca e l’immagine diventa pixelata e sgranata. Si verifica una perdita di dati dell’immagine; inoltre le immagini raster proprio perchè sono ricche di dettagli sono immagini pesanti e più difficile da trasferire da un dispositivo ad un’altro.

IMMAGINI VETTORIALI – PRO & CONTRO 

Grazie al fatto di essere create da vettori definite da regole matematiche, presentano un’infinita scalabilità. Se ingrandiamo l’immagine, a qualsiasi risoluzione, l’immagine vettoriale sarà sempre pulita e non risulterà alterata in nessun modo. Inoltre presentano un’alta efficienza nella dimensione del file. Sono file molto più piccoli rispetto alle immagini raster per cui è più semplice inviarle da un computer ad un altro. Infatti un’immagine vettoriale di 1 x 1 contiene solo 4 punti che il software di calcolo unirà con 4 linee o curve, mentre un’immagine di 1 x 1 pixel avrà 300 punti.

Le immagini vettoriali presentano dettagli limitati e non possono essere usate per progetti che utilizzano immagini complesse che hanno bisogno di dettagli ricchi sul colore. Possiamo creare delle sfumature ma non sarà mai possibile raggiungere il risultato che invece può ottenere un’immagine raster. Non possiamo nemmeno creare modifiche alle immagini come aggiungere ombre o sfocature, anche se adesso sono stati aggiunti ai programmi vettoriali gli effetti delle immagini raster. Infine la compatibilità dei formati file delle immagini vettoriali non è elevata, perchè sono immagini salvate come file nativi del programma che viene utilizzato per creare questa immagine e non tutti hanno a disposizione questi formati.

A – Riassumendo.. B – Le immagini raster sono utilizzate di solito per lavori di fotografia o per realizzare loghi che utilizzano anche delle immagini o per lavori di pubblicazione digitale. Infatti sul web le immagini raster sono accettabili anche se sono originariamente immagini vettoriali. Le immagini vettoriali vanno invece utilizzate per creare loghi vettoriali, font, icone o lavori di illustrazione. Questo perchè per esempio possiamo sfruttare le stesse immagini vettoriali per più lavori ed utilizzare il logo per usarlo in lavori come cartelloni pubblicitari o banner senza aver problemi di sfocatura. È importante creare ed avere a disposizione una libreria di immagini vettoriali per utilizzarle come copie raster nella stampa. Per la stampa è importante utilizzare immagini vettoriali ad alta risoluzione, di solito a 300dpi.

Quindi sei uno da VETTORIALE O DA RASTER?